La spiaggio di Halaktyr, Russia

Stai pensando a un viaggio in Russia?

Ti piacerebbe trarre il massimo da questa esperienza, senza rischiare di rovinarti la vacanza per colpa di futili imprevisti?

Scopri la nostra guida in 10 passi per organizzare al meglio il tuo viaggio.

Scaricala Gratis da qui

Oppure clicca sull’immagine sotto e crea in pochi semplici passaggi il Tuo Tour Su Misura.

Riceverai entro 72 ore un preventivo gratuito con il tuo itinerario personalizzato.

La Russia Innevata

La Russia sotto un Manto di Neve

La stagione invernale permette di ammirare la Russia ricoperta dal manto di neve.

Uno degli enormi vantaggi nel programmare il viaggio in questo periodo è la possibilità di ammirare i favolosi paesaggi e scattare delle foto indimenticabili.

Nessun altro paese vanta una così ricca varietà di attività, tradizioni e usanze durante questa stagione.

Ma, inutile dirlo, preparatevi ad affrontare il freddo.

Di solito le temperature invernali nella zona centrale oscillano fra 0 e -25 gradi.

La buona notizia è che il freddo russo non è umido come quello italiano, ma secco.

Perciò è sufficiente coprirsi bene, approfittando dei numerosi bar, teatri e musei per entrare a riscaldarsi.

Vestitevi a strati, perché c’è una notevole differenza fra le temperature al chiuso e all’aperto:

ogni volta che entrerete da qualche parte dovrete sbottonarvi subito per non sentirvi come in una sauna.

Le cose indispensabili per quanto riguarda il vestiario sono:

cappello di lana – che copra bene anche le orecchie! -, sciarpa, guanti pesanti, scarpe impermeabili foderate di pelliccia – meglio alte e non scivolose -, calze belle spesse, maglia di lana a maniche lunghe e un giubbotto adatto alle temperature basse.

Come resistere al gelo: usanze russe

Se vi piacciono le atmosfere avventurose e le sfide, potete provare a partecipare o anche solo assistere all’usanza ortodossa del 19 gennaio, giorno dell’Epifania.

Anche se in realtà è tipica solo dell’ortodossia russa.

La notte fra il 18 e 19 gennaio, in numerosi fiumi e laghi vengono aperti dei buchi nel ghiaccio a forma di croce.

Dopo la benedizione dell’acqua da parte del prete, i fedeli vi si tuffano dentro per purificarsi.

È un’usanza molto diffusa, come anche quella di spalmarsi di neve il corpo alla prima occasione utile, al fine di temprarlo alla stagione rigida ed evitare malanni.

Anche se possono sembrare folli, queste pratiche con le giuste precauzioni hanno notevoli benefici per il corpo e la mente.

Per oggi è tutto. Un abbraccio e alla prossia.

Ekaterina Chibizova – Travel Specialist Rusoperator per la Russia